giovedì 30 aprile 2009

Comunicazione di servizio

Aiuto! mi sono persa il commento di una persona che mi faceva i complimenti sul blog e che diceva avermi trovato mentre cercava indicazioni sullo sciroppo alla rosa.
Se la persona che ha lasciato il commento si riconosce la prego di lasciarmi un commento, non posso ringraziarla, ne andare a trovarla nel suo blog.
Grazie.

martedì 28 aprile 2009

Non sono scomparsa

Scusate l'assenza, ma sono presissima da una casa completamente sotto sopra sempre per l'attuazione dello studiolo. Inizio ad avere alcune cose al loro posto finalmente, ma c'è ancora parecchio da fare. Ieri con il pargolo abbiamo passato parte del pomeriggio a sistemare i collegamenti con l'impianto surround e relativo amplificatore, non che prima non funzionasse, ma avevo sempre l'impressione che qualche cosa non fosse a posto, inoltre visto che il lettore DVD ha deciso di abbandonarci, ne volevo approfittare per pulire il reparto audovideo, dove solitamente si accumula un mucchio di polvere e volevo anche "pettinare" per bene la matassa di cavi che avevamo dietro al mobiletto.


Quindi abbiamo smontato l'intero impianto, eliminato gli apparecchi che non funzionavano più, lettore DVD e videoregistratore, spostato il mobiletto, pulito perfettamente dietro, e poi dulcis in fundo rifatto tutti i collegamenti. Ora non so quanti di voi siano pratici di impianti surround, ma ci sono 6 casse da collegare in un modo specifico all'amplificatore principale, che sono di conseguenza da piazzare appunto intorno alla stanza, facendo correre tutti i relativi cavetti.


Ci siamo armati di istruzioni perchè non lo avevamo più toccato da quando lo avevamo acquistato e già in quell'occasione era stato un problema montarlo. Mi ci ero messa io (solitamente quei lavori toccano a me) poi ad un certo punto non mi ci ritrovavo e il pargolo era intervenuto, insomma il tutto funzionava ma avevo dei dubbi.


Ieri, visto che non ci capivamo più nulla (le casse erano state spostate nel frattempo) abbiamo proprio ripreso tutto dall'inizio, abbiamo tolto tutti i cavi e rifatto l'intera operazione, alla fine naturalmente c'era un problema non chiaro (probabilmente quello che mi aveva mandato in tilt la prima volta) ma con il pargolo come rinforzo siamo comunque arrivati a montare il tutto correttamente questa volta e, sorpresa, non solo funziona perfettamente, ma ci sono rimasti 2 cavi in più che prima avevamo usato e che adesso non servono più. I misteri della tecnologia!





In realtà le istruzioni sono sempre fatte per vari modelli di apparecchiatura, e in effetti un problema c'era, la prima volta apparentemente mancava un cavo, quindi il pargolo senza badare al tipo di modello ha fatto tutta una serie di collegamenti usando appunto 2 cavi in più e mixando le istruzioni di 2 modelli. Ieri invece, facendo attenzione al modello e con un pizzico di ingegno abbiamo fatto tutto usando 2 cavi in meno. Vi assicuro che 2 cavi in meno che girano tutt'intorno alla salotto non sono poca cosa, e poi adesso ho tutta una pulizia fatta a fondo nell'area stereo che mi riempie di gioia.

lunedì 20 aprile 2009

Lavori in corso


Qualcuno già lo sa, sono mesi che sono alle prese con il tentativo di sistemazione di un nuovo studiolo da dedicare a tutte le mie cose di naturopatia.

Non so se capita anche ad altri, ma a casa mia quando si devono intraprendere attività di sistemazione, occorre sempre farne altre 200 a cascata prima di poter arrivare a fare quella che si desiderava.

Il classico: "per spostare questo, devo prima spostare l'altro, e metterlo li, ma prima sposto quest'altro, e visto che lo sposto non posso non dare il bianco... cambiare le tende... pulire dietro... e quant'altro".

Abito in una casetta, ma come dice il nome, si tratta di una casa piccola, anche se singola, e il decidere di adibire una stanzetta a studio per me ha comportato una serie di pensieri prima e di azioni poi, visto che naturalmente la stanza in questione era occupata da altro.

Moltissime di queste cose comportano anche lavori di facchinaggio che non sono in grado di gestire da sola, quindi devo far intervenire i miei uomini di casa. Chiaro che appena comincio a dire: "io avrei un'idea..." a loro iniziano a venire le bolle, all'Archi. viene male, il pargolo fa no con la testa e cerca di scomparire e non farsi trovare per i mesi che seguono.

Quando poi inizio ad elencare le azioni successive che occorre intraprendere, il marito prima ammutolisce, poi mi chiede se è assolutamente necessario, il figlio inizia a fare questioni dicendo che sicuramente non l'ho pensata abbastanza e che ci deve essere un'altra soluzione.

A questo punto inizia l'opera di convincimento : "ma vedi se facciamo così possiamo risolvere questa cosa... poi ne trarresti vantaggio anche tu... potrei riuscire a trovare meglio le cose... liberiamo spazio nella stanza...." Poi finalmente li convinco, ma devo ancora trovare il modo di far iniziare i lavori, con l'aria che tira adesso dobbiamo farceli praticamente tutti noi, ora l'Archi non è portato per niente ai lavori di bricolage, al pargolo vengono molto bene ma non sono affatto la sua massima aspirazione, quindi altro round di convincimento, seguito da uno di minacce, insomma siamo in ballo con queste prime fasi dall'autunno scorso. Siamo riusciti a svuotare i locali verso ottobre, poi abbiamo fatto venire il tecnico che doveva occuparsi della sistemazione elettrica (che non poteva essere gestita da noi) e anche di predisporre l'impianto di riscaldamento della stanza.

Fatto questo toccava a noi, chiudere tutte le tracce fatte dall'elettricista e stuccare tutti i buchi ci ha preso fino a 15 gg fa. Poi dopo un nuovo sollecito da parte mia, l'Archi. ha finalmente preso 3 giorni di ferie da dedicare esclusivamente allo studiolo! E' stato a casa dallo scorso mercoledì, e adesso abbiamo : 4 muri dipinti, un pavimento a listoni posato, il battiscopa su 3 lati (manca quello più complesso in quanto storto), la decorazione a stencil quasi completata, e, cosa per me esaltante, 2 librerie già posizionate e piene di libri! Ci è voluto un po' ma adesso ho finalmente uno studiolo che inizia a prendere forma!

Dobbiamo ancora risolvere un problema consistente legato alla porta di divisione tra il mio studiolo e la lavanderia, ma spero di riuscire con l'aiuto del pargolo a risolvere il problema tecnico, così potremo montare la porta a soffietto che abbiamo acquistato. A questo punto mancheranno solo più la credenzina vecchia e un billi (ikea) che sono in questo momento stipati nel mini alloggio di mia mamma (in mansarda) e che l'Archi ha riempito con un sacco di cose che non sapeva bene dove mettere, questo comporterà del tempo, anche perché in mansarda c'è lo studiolo suo, e dobbiamo assolutamente mettere mano anche a quello per poter sistemare le cose e liberare i famosi due armadi da portare sotto da me.


Insomma dopo tutto questo racconto suppongo che si sia capito che sono esultante, il mio studiolo ha finalmente preso forma, in settimana porto sotto la scrivania, il mobile della stampante, le poltroncine e anche se mancheranno dei pezzi potrò quasi organizzare dei tours guidati ai nuovi locali.

giovedì 16 aprile 2009

Oli essenziali - uso alternativo

In questi giorni mi sto dando alla pittura (non sulle pietre) si tratta di pittura murale!


Ieri ho dato una mano di bianco speciale anti umidità, che purtroppo, è diluita all'acqua ragia.

Io odio l'acqua ragia sia per l'odore che per il fatto che poi occorre smacchiarsi con lo stesso prodotto.

Ragionando sul fatto che quando mi capita di travasare gli oli essenziali, se ne cascano delle gocce sulla tela cerata, questa si scolora (nel migliore dei casi) o si arriccia, ho tentato di smacchiarmi le mani con l'olio essenziale di lavanda!


Funziona benissimo! La lavanda si può usare tranquillamente pura sulla cute, lascia un ottimo profumo e toglie benissimo le macchie di vernice dalle mani (e anche dai piedi), ne bastano poche gocce direttamente in loco e poi si strofina con le dita. Mani pulite e profumate in un amen.



Si possono usare anche altri oli essenziali, ma pochi sono delicati abbastanza da poter essere usati puri sulla pelle. Naturalmente valgono sempre le solite precauzioni d'uso con gli oli essenziali, fare un test di tolleranza nell'incavo del gomito o all'interno del polso, se non compaiono arrossamenti la nostra pelle li tollera. Inoltre occorre anche considerare che visto che si andrà ad usare una dose forse anche abbondante di olio essenziale e che questo penetra attraverso i pori, meglio rimanere su oli poco "impegnativi". Come sempre prima di fare esperimenti rivolgetevi ad un aromaterapeuta di fiducia e evitate il "fai da te".

mercoledì 8 aprile 2009

UN APPELLO “ARTISTICO” PER I TERREMOTATI DELL’ABRUZZO

Paola di Decorarte ha avuto un'idea che considero splendida, quindi ecco il link al suo blog per leggere tutto di quest'iniziativa.

Se avete qualche abilità manuale, partecipate numerosi!


A proposito, ne approfitto per ricordare a tutti il numero 48580 da cellulare per donare 1 euro, e da fisso per donare 2 euro, sarà solo una goccia ma, se TUTTI inviamo anche solo un SMS, a forza di Gocce produrremo un Mare!

sabato 4 aprile 2009

Comunicazione di servizio

Ho cambiato stampante poco tempo fa, prima avevo una Epson Stilus Color D88.

Mi sono rimasti dei toner (8) nuovi e mi dispiace buttarili visto che sono nuovi e imballati.

Se interessassero a qualcuno fatevi vivi.

Sono compatibili con i seguenti modelli: D68 - D88 - DX3800 - DX3850 - DX4200 - DX4250 - DX4800 - DX4850